ALLA SCOPERTA DELLE
COLLINE DEL PROSECCO

in collaborazione con

LE COLLINE DEL PROSECCO

7 Giorni, 6 Notti

Le colline del Prosecco – tra Conegliano e Valdobbiadene, in provincia di Treviso, nel nord-est d’Italia – sono una terra straordinaria, dove si produce un vino di prestigio internazionale, un piccolo mondo antico ricoperto di vigne lavorate a mano su pendii scoscesi che a luglio 2019 ha ricevuto un importante riconoscimento divenendo il 55° sito italiano Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Scopriamo insieme questo territorio unico e speciale e i suoi percorsi nel gusto. 

1° GIORNO: PIEVE DI SOLIGO
Arrivo in hotel e sistemazione nelle camere assegnate. Incontro con la guida e possibilità di un itinerario vicino al paese. Si tratta di un anello, che esplora una delle colline vicine a Pieve di Soligo. Durante il percorso troviamo il Monastero Collagù e la Chiesa di San Gallo, dove un tempo sorgeva il castello di Soligo. Cena e pernottamento.
 
Dislivello: 200 m 
Lunghezza: 8 km 
Durata: 4 ore   
 
 
2° GIORNO: SAN PIETRO DI FELETTO – LA VAL TRIPPERA
Percorso ad anello che inizia dalla Chiesa del paese e attraverso i vigneti, ci accompagna alla Val Trippera, vero e proprio canyon contornato da alte pareti di conglomerato e ricoperta di una vegetazione tipica delle zone umide. Il percorso ci riporta poi tra i piccoli borghi di queste colline.
 
Dislivello: 150 m 
Lunghezza: 8 km 
Durata: 4 ore 
 
 
3° GIORNO: TREVISO. LA RESTERA SUL SILE
La mattina visita guidata del centro storico di Treviso, alla scoperta di questa città, dagli scorci sui canali, le mura storiche e i portici che la percorrono. Dopo pranzo dal centro andremo alla scoperta del fiume Sile e della sua avifauna. Termineremo la breve camminata a Casier.
 
Dislivello: 0 m 
Lunghezza: 6 km 
Durata: 3 ore
 
 
4° GIORNO: ASOLO, MASER, COLLI ASOLANI
Passeggiata che parte dal pittoresco centro storico di Asolo e salendo sulla cresta dei Colli Asolani, ci porterà fino a Maser, dove sorge Villa Barbaro, una stupenda villa palladiana del ‘500 che visiteremo. Lungo il percorso sosteremo per la pausa pranzo in cima ad una collina con la chiesetta di San Giorgio, dalla quale si gode un panorama sul colle del Montello, il fiume Piave e le Prealpi. Questi colli erano punto strategico durante la Prima Guerra Mondiale. 
 
Dislivello: 250 m 
Lunghezza: 9 km 
Durata: 5 ore   
 
 
5° GIORNO: VALDOBBIADENE: L’ANELLO DEL PROSECCO
Escursione che ci porta tra le frazioni di Valdobbiadene, piccoli borghi incastonati tra i vigneti.
Un saliscendi tra le rive terrazzate da ciglioni erbosi, che svelano i segreti dell’agricoltura “eroica” che caratterizza questo paesaggio. Il pranzo si terrà all’Osteria senz’Oste, casera dove il proprietario non c’è mai, ma lascia un frigo pieno di salumi, affettati e formaggi, e un distributore automatico di Prosecco. In seguito ci sposteremo con i mezzi alla Cantina San Gregorio, vicino al centro di Valdobbiadene, per una degustazione del loro Prosecco, tranquillo, frizzante, spumante, tutti prodotti di altissima qualità.
 
Dislivello: 300 m 
Lunghezza: 13 km 
Durata: 6 ore    
 
 
6° GIORNO: NERVESA DELLA BATTAGLIA
Itinerario ad anello sul colle Montello, tra monumenti dedicati alla Grande Guerra e l’Abbazia di Sant’Eustachio, celebre luogo della stesura del Galateo. Un saliscendi che prima di riportarci al punto di partenza, ci porterà in uno dei vigneti dell’Azienda Agricola Fiorotto, dove ci sarà un rinfresco con degustazione del loro Prosecco e dei formaggi della loro azienda.
 
Dislivello: 100 m 
Lunghezza: 6 km 
Durata: 4 ore
 
 
7° GIORNO: PIEVE DI SOLIGO – PARTENZA
Rilascio delle camere e rientro alla propria città di provenienza.
Per chi avesse più tempo a disposizione, passeggiata per il paese prima della partenza.
 

COLLINE E CANTINE DEL PROSECCO

3 Giorni, 2 Notti

Le colline del Prosecco – tra Conegliano e Valdobbiadene, in provincia di Treviso, nel nord-est d’Italia – sono una terra straordinaria, dove si produce un vino di prestigio internazionale, un piccolo mondo antico ricoperto di vigne lavorate a mano su pendii scoscesi che a luglio 2019 ha ricevuto un importante riconoscimento divenendo il 55° sito italiano Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Scopriamo insieme questo territorio unico e speciale e i suoi percorsi nel gusto. 

1° GIORNO: CISON DI VALMARINO E CASTELBRANDO
Arrivo in hotel e sistemazione nelle camere assegnate. Incontro con la guida, breve trasferimento a Cison di Valmarino, considerato uno dei borghi più belli d’Italia, da dove partiremo per la nostra breve ma suggestiva escursione. Percorrendo le vie del centro storico, prenderemo la Via dell’Acqua, che costeggia il Rujo, corso d’acqua che per molti secoli ha alimentato le botteghe degli artigiani. Saliremo a Castelbrando, storica residenza della famiglia Brandolini, che oggi ospita un albergo con ristorante e qualche bar. Torneremo poi a Cison, dove avremo qualche altro momento per visitare il centro storico. Infine, rientro in albergo e cena.

Dislivello: 200 m 
Lunghezza: 5 km 
Durata: 3 ore circa

 

2° GIORNO: VALDOBBIADENE: L’ANELLO DEL PROSECCO
Escursione che ci porta tra le frazioni di Valdobbiadene, piccoli borghi incastonati tra i vigneti.
Un saliscendi tra le rive terrazzate da ciglioni erbosi, che svelano i segreti dell’agricoltura “eroica” che caratterizza questo paesaggio. Il pranzo si terrà all’Osteria senz’Oste, casera dove il proprietario non c’è mai, ma lascia un frigo pieno di salumi, affettati e formaggi, e un distributore automatico di Prosecco. In seguito ci sposteremo con i mezzi alla Cantina San Gregorio, vicino al centro di Valdobbiadene, per una degustazione del loro Prosecco, tranquillo, frizzante, spumante, tutti prodotti di altissima qualità.

Dislivello: 300 m 
Lunghezza: 13 km 
Durata: 6 ore

3° GIORNO: NERVESA DELLA BATTAGLIA
Rilascio delle camere. Partenza per l’itinerario ad anello sul colle Montello, tra monumenti dedicati alla Grande Guerra e l’Abbazia di Sant’Eustachio, celebre luogo della stesura del Galateo. Un saliscendi che prima di riportarci al punto di partenza, ci porterà in uno dei vigneti dell’Azienda Agricola Fiorotto, dove ci sarà un rinfresco con degustazione del loro Prosecco e dei formaggi della loro azienda.

Dislivello: 100 m 
Lunghezza: 6 km 
Durata: 4 ore
 

Rientro alla propria città di provenienza.

ALLA SCOPERTA DELLA
COSTIERA AMALFITANA

in collaborazione con

COSTIERA AMALFITANA

7 Giorni, 6 Notti

La Costiera Amalfitana, uno dei gioielli della nostra penisola. Chilometri di scogliera a picco sul mare, dove paesi inerpicati sulla roccia si alternano a macchie di vegetazione mediterranea e pergole che sorreggono lo Sfusato Amalfitano. Al centro Amalfi, antica Repubblica Marinara e crocevia di popoli. Impossibile non cadere nel fascino dei suoi vicoli e scalinate che si arrampicano sulla roccia e regalano angoli isolati da cui ammirare la bellezza delle linee della costa. Incontriamo poi Ravello e Positano, che con le ville e i vicoli nascondono luoghi meravigliosi, dove artisti si sono susseguiti per trovare ispirazione per alcuni dei loro capolavori. Percorreremo sentieri lontani dai grandi flussi turistici, dando spazio a luoghi dove uomo e natura convivono da secoli in un precario equilibrio. Lasciando la Costiera, faremo visita a Capri, luogo di villeggiatura già all’epoca dei Romani. Capri e Anacapri ci accolgono con le loro vie brulicanti e indaffarate, tra le strade e i colori di due pittoreschi centri racchiusi nell’isola che chiude la penisola sorrentina. Pompei e Vesuvio, infine, ci portano indietro nel tempo, ad una delle eruzioni più famose al mondo, che come testimonianza oggi ci lascia i resti di una città romana rimasta sepolta per secoli sotto metri di cenere.

1° GIORNO: NAPOLI – AGEROLA.
Appuntamento alla stazione di Napoli Centrale; trasferimento con bus privato ad Agerola e sistemazione in albergo. Incontro con la guida e passeggiata per Bomerano, fino al parco Corona, con viste panoramiche sulla Costa e Capri.
 
 
2° GIORNO: AGEROLA – AMALFI.

Escursione con partenza dall’hotel, che scende in direzione di Furore. Le scalinate e la strada diventeranno presto un sentiero che scende nell’orrido che separa Bomerano da San Lazzaro, tra le alte pareti rocciose. Un sentiero in costa, con panorami mozzafiato ci guiderà fino a Vettica e Lone, dove nel piccolo sagrato della chiesa di Santa Maria Bambina faremo un pranzo al sacco. Proseguiremo, poi tra mulattiere che ci condurranno fino ad Amalfi, dove ci sarà del tempo libero per esplorare la città. La maggior parte del percorso è composto di mulattiere, che comprendono in totale più di 3000 gradini.

Dislivello: 50 m ascesa, 700 m discesa  
Lunghezza: 9 km 
Durata: 6 ore 
 
 
3° GIORNO: CAPRI.

Partenza da Agerola con trasferimento privato, che ci porta al porto di Amalfi. La partenza del traghetto è alle 08:25, l’arrivo a Capri è previsto per le 09:40. Durante la giornata esploreremo una delle isole più famose d’Italia; inizieremo con la visita di Anacapri, posta più in alto, con la salita in seggiovia si può arrivare al punto più elevato dell’isola: Monte Solaro, che regala viste sulla penisola sorrentina, il golfo di Napoli e Vesuvio. É inoltre possibile la visita della chiesa di San Michele, patrimonio UNESCO per le maioliche che compongono la pavimentazione. Ci sposteremo a Capri paese per la visita della famosa Piazzetta, dei giardini d’Augusto e dei vicoli del paese. Alle 17:15 il traghetto ci riporterà ad Amalfi e infine all’hotel.

 
 
4° GIORNO: AGEROLA – SENTIERO DEGLI DEI.

Partendo dall’albergo ci incammineremo verso la piazza di Bomerano, dalla quale parte il famosissimo Sentiero degli Dei. I primi 8 chilometri di sentiero si snodano sulla costa, tra rocce e qualche tratto tra i boschi. Le viste panoramiche sulla penisola sorrentina, su Capri e Positano che si hanno durante il percorso sono impagabili. Pranzeremo a Nocelle, in un chiosco con una terrazza che affaccia sul mare, con delle ottime bruschette coi pomodori, prodotti tipici e locali. Dopo pranzo ripartiremo per l’ultima parte del percorso che ci guiderà tra Nocelle e Montepertuso, frazioni di Positano; tra scale e mulattiere arriveremo a Positano, dove ci sarà del tempo per visitare il paese. Con il traghetto torneremo ad Amalfi, dove un trasferimento ci riporterà ad Agerola.

Dislivello: 100 m ascesa, 700 m discesa  
Lunghezza: 12 km 
Durata: 7 ore 
 
 
5° GIORNO: VESUVIO – POMPEI.
Partenza da Agerola con bus privato in direzione Vesuvio. All’ingresso del sito incontreremo la nostra Guida Vulcanologica, che ci accompagnerà durante la salita al vulcano, raccontandoci la storia e la geologia di questo sito. Lasceremo poi il sentiero turistico per avventurarci sulla cima del cratere. Con il bus privato ci sposteremo, poi, a Pompei, dove incontreremo la guida archeologica con cui passeremo un paio d’ore all’interno del sito archeologico, accompagnati dai racconti riguardanti questa antica città romana. Alla fine rientro in bus ad Agerola.
 
Dislivello Vesuvio: 300 m
Lunghezza: 4 km 
Durata: 3 ore
 
 
6° GIORNO: RAVELLO – VALLE DELLE FERRIERE – AMALFI.

Trasferimento con bus privato da Agerola a Ravello. Avremo del tempo a disposizione per visitare Ravello e il giardino di Villa Cimbrone con il famoso balcone sull’infinito. Successivamente partiremo per l’escursione che ci porterà ad Amalfi attraverso il lussureggiante Vallone delle Ferroere. A metà strada, nel paesino di Pontone, ci fermeremo in un piccolo chiosco sotto i limoni per un pranzo al sacco. Dopo la sosta per il pranzo, ripartiremo e scenderemo nella Valle delle Ferriere. Il sentiero costeggia il corso d’acqua, che forniva un tempo l’energia per azionare le macchine delle cartiere, di cui oggi rimangono le rovine. Arriveremo poi ad Amalfi e visiteremo l’interessantissimo museo della carta.

Dislivello: 50 m ascesa, 300 m discesa  
Lunghezza: 6,5 km 
Durata: 3,5 ore 
 
 
7° GIORNO: AGEROLA – NAPOLI  – PARTENZA.
Dopo colazione, trasferimento in bus privato alla stazione di Napoli Centrale. Rientro ai luoghi di provenienza.